Volevo farla scoppiare a tutti i costi ma non ci siamo riusciti…..

Abbiamo deciso di fare un bel Crash Test per vedere fino a che temperatura riescono ad arrivare le nostre mole Lucidanti a Tazza costruite con materiale di Riciclo.

Guardate voi stessi nella sezione VIDEO a quali temperature riescono ad arrivare, cosa ve ne sembra…?

Siamo molto contenti perché sappiamo benissimo che molte volte all’interno dei processi produttivi si possono raggiungere temperature caldissime, sia dell’acqua che dell’aria.

Dovute a un sacco di fattori:

i mandarini che vibrano, la presenza di forni di tempera in produzione, le vasche di refrigerazione sottodimensionate, gli ugelli del raffreddamento mal posizionati, ecc ecc

Queste temperature non si dovrebbero mai raggiungere perché la mola va raffreddata e non scaldata, ma visto che le condizioni di lavoro non sono mai ottimali noi abbiamo fatto delle mole lucidanti che possono lavorare in tutte le condizioni.

Sia quando è molto caldo che quando è molto freddo.

La cosa più importante è che riescono a lucidare e che non si rompono.

Nel nostro crash test la macchina lavorava ad una pressione altissima di 5 Bar, anche se le nostre mole lucidanti devono lavorare con una pressione in media più bassa rispetto a quelle tradizionali.

Se ad esempio una mola lavora a 4 Bar per un vetro 10 mm,  sulle nostre mole lucidanti utilizziamo 3,5 Bar.

Guardate voi con i vostri occhi il video.

Peccato che non si possa sentire il profumo della mola che invece di sapere di materiale cancerogeno, profuma di gomma naturale e di tutti quegli elementi naturali che utilizziamo nella nostra ricetta.

Il colore dell’acqua non è dei migliori ma almeno sappiamo che dentro non c’è materiale cancerogeno e coloranti di vario genere.

Questo per la salute delle persone che lavorano in vetreria e anche per la dispersione in ambiente aiuta molto nel cercare di inquinare il meno possibile.

Se volevate maggiori informazioni potete contattarci alla mail

info@mlitalia.eu

Saremo in grado di farvi il giusto settaggio a seconda del tipo di macchinario e dei tipi di vetri che lavorate.

Grazie Grazie Grazie

Leave a Reply